E’ opinione comune che sia cosa saggia saper accettare i propri limiti. Saper vedere quel muro di recinzione che divide noi tutti da quello che sappiamo/siamo capaci di fare ed essere.

L’esperienza complessiva di Teatro Buffo realizza compiutamente quanto la percezione di quel limite esistenziale sia preludio e realizzazione di una verit√† che non √® solo scenica.

Espressione entusiasta di quel limite e del suo magico superamento vede loro in scena, nel ruolo di Umani Eroi riflessi in noi, tutti, seduti in platea, accomunati nel perseguire lo stesso obiettivo.

Monica Martino